IN VETRINA
 

Il mondo del vending a sostegno della regione Lombardia

Sono 5 le aziende del Vending che in questi giorni si sono unite per effettuare una donazione a favore della Regione Lombardia per sostenere l’emergenza Covid-19. Ada Vending, Gruppo Illiria, Miami Ristoro, aziende di gestione, insieme a Trivending, società di rivendita di prodotti e servizi e a Torrefazione Varanini, nonostante il grande momento di difficoltà che il loro settore sta vivendo, hanno fatto rete e hanno deciso di dare il loro contributo, sostenendo la campagna di raccolta fondi emanata dalla Regione Lombardia. La Regione Lombardia, al momento, ha il maggior numero di contagiati. Gli ospedali del territorio stanno affrontando un’emergenza sanitaria, tutto il personale ospedaliero combatte quotidianamente una dura battaglia per curare i cittadini lombardi, e non solo, affetti da Covid-19. È un periodo estremamente difficile, che ci mette a dura prova, come singoli cittadini, come imprenditori, come appartenenti a quella stessa comunità, che fino a ieri ci permetteva di svolgere la nostra attività e che ora si trova in difficoltà. Per questo il nostro aiuto è ancora più doveroso, l’emergenza ci coinvolge tutti, su più fronti.Non potevamo astenerci dal fare la nostra parte - commentano i responsabili delle 5 aziende - Per noi la comunità in cui operiamo sarà sempre al primo posto, soprattutto in situazioni di emergenza come quella che stiamo vivendo.

Le donazioni saranno utilizzate per acquisti straordinari di materiali di consumo e strumentazioni necessari alle strutture sanitarie, ai medici, agli infermieri e al personale per curare al meglio i malati e limitare le occasioni di contagio.

Il passo successivo - continuano i 5 imprenditori - sarà quello di coinvolgere in questa operazione tutti le aziende del nostro settore e sensibilizzare i nostri stakeholder a effettuare una donazione. Non è importante che le donazioni siano fatte a favore della Regione Lombardia. Ci sono tante iniziative di raccolta fondi a sostegno dell’emergenza Covid-19. L’importante è che ognuno faccia un gesto in questa direzione, anche piccolo.